Il mezzo di trasporto dell’anno? È la metro Lilla

“Transport deal of the year 2015”, cioè struttura di trasporto dell’anno. È il premio che la neonata M5 di Milano si è aggiudicata il 20 gennaio e che verrà consegnato il 3 febbraio a Londra da parte della rivista economica Project Finance International.

Un riconoscimento importante per la Metro Lilla, che ha vinto per la zona Europa. I premi di Pfi, infatti, vengono distribuiti in tutte le zone del mondo. In Sudamerica, per esempio, é stata premiata la metro di San Paolo Mata in Brasile. Nella zona dell’Europa sud orientale invece ha vinto un’azienda turca che si occupa di trasporti.

Infine, come migliore struttura a livello mondiale è stato scelto un aeroporto delle Filippine, il Mactan Cebu. Le motivazioni dei premi non sono ancora state spiegate sul sito della rivista, ma guardando l’aeroporto filippino possiamo immaginarne alcune…chi non ci entrerebbe anche solo per dare un’occhiata?

L'aeroporto delle Filippine premiato come struttura di trasporto dell'anno

L’aeroporto filippino premiato come struttura di trasporto dell’anno

Si svesta chi può

L’appuntamento è fissato da qualche anno per il mese di gennaio. Ci si trova in metropolitana e si prendono i mezzi come sempre. Ma a differenza di tutti gli altri giorni, ci si presenta in mutande.

Il No pants subway ride è nato a New York “senza alcuna motivazione precisa”, come si legge sul sito che ogni anno indica la data fissata per l’evento. Come molte altre giornate che puntano sulla simpatia e sul divertimento dei partecipanti, la No pants subway ride ha avuto un grande successo e domenica 10 gennaio saranno almeno 40 le città che, in tutto il mondo, vedranno sfilare boxer e mutande in metro.

Per partecipare basta iscriversi su Facebook (al momento per Milano sono quasi 200 i partecipanti) o seguire l’account Twitter. Per chi non se la sente di osare tanto, o per chi è ancora indeciso sul da farsi, ecco il video che riassume la No pants subway ride dell’anno scorso….e speriamo che domani non faccia troppo freddo!

 

Natale vintage a New York

Porte di metallo e sedili di pelle. A New York in queste settimane alcuni vagoni della metropolitana sono stati sostituiti con delle autentiche carrozze anni ’30 provenienti dal museo dei trasporti della città.

L’idea viene riproposta da alcuni anni, sempre con grande successo, nel periodo natalizio. E per dare quel tocco vintage in più, un gruppo jazz ha deciso di improvvisare un concerto in uno dei vagoni. Ecco un video che abbiamo trovato…e se questo non vi basta, per immergervi ancora di più nell’atmosfera, provate a cercare #vintagetrain su Twitter!

 

 

Sconti anti smog per Natale

Vincere l’inquinamento non è semplice. A Milano non piove da mesi, così come in altre città d’Italia, e dopo aver provato con le targhe alterne, ecco che  anche i mezzi pubblici si mobilitano. Come? In tre modi.

1.Con biglietti super scontati dal 17 dicembre fino alla vigilia di Natale. In tutta Milano si potrò viaggiare con un solo ticket ordinario da 1,50 euro su tutte le linee, per un giorno intero.

2. Con il servizio di bike sharing gratuito. Chi vuole girare la città in bicicletta da giovedì potrà farlo senza dove pagare nulla.

3. Con i bambini sotto gli 11 anni che permettono a cui li accompagna di muoversi gratuitamente sui tutti i mezzi di superficie.

Da giovedì 17 il consiglio del comune è lasciare a casa la macchina per inquinare meno con i mezzi. Attenzione, solo da giovedì, perché il 16 sarà un po’ più difficile trovare una metro o un bus per tutta la mattinata…sciopero in arrivo!

Solo mezz’ora

Meno di trenta minuti. Ebbene sì, quello che avevamo letto sul sito della M5 terminata una settimana fa è vero. Per fare tutta la tratta da Bignami-Parco Nord a San Siro Stadio ci vuole meno di mezz’ora. Per essere precisi, 27 minuti.

Abbiamo fatto la prova un mercoledì pomeriggio, mentre tanti ragazzi escono da scuola e poi per tornare a casa prendono la metro. Oltre agli studenti, tanti turisti, soprattutto stranieri, che chiedono informazioni per arrivare in centro. Un traffico normale, per cui ad ogni fermata qualcuno entrava ed usciva. Le stazioni più frequentate sono state Garibaldi, Domodossola e Lotto, dove ci sono scambi con altre linee di metro e treni. Ma nonostante le soste più lunghe, in meno di mezz’ora abbiamo attraversato Milano. Sembrava una missione impossibile, e invece possiamo dire: missione compiuta, M5!

E per vedere tutto il tragitto, guardatevi il video….

E anche la metro Lilla…è finita!

Una nuova linea per Milano. Sabato 14 è stata inaugurata Tre Torri, l’ultima stazione della M5, la metro Lilla. La fermata occupa il grattacielo disegnato da Zaha Hadid e quello di Arata Isozaki. Dopo due anni e mezzo di lavori è stata così completata la tratta che va da Parco Nord a San Siro Stadio.

Diciannove fermate che da questa settimana porteranno milanesi e turisti in diverse parti della città, dal Cimitero Monumentale al nuovo quartiere di City Life. Sul sito che ha seguito i lavori della metro è specificato che la tratta impiega meno di 30 minuti totali per portare i pendolari dalla prima all’ultima fermata. Ma sarà davvero così? Metromonamour controllerà appena possibile!

Questo slideshow richiede JavaScript.